antifascismo

Ventuno (Marcia funebre di Ghinaglia)

'21 sei un anno di sangue
21 sei un giorno dannato
che a quel popolo nostro che langue
col tuo piombo Ferruccio hai strappato

Aprile sei un mese feroce
che per mano dei boja d'Italia
come Spartaco appeso alla croce
hai ucciso Ferruccio Ghinaglia

Inquietanti coincidenze: forconi, logistica e mafia

Avevo notato già nel 2012 che pochissimi avevano parlato di quali fossero le effettive rivendicazioni del sindacato autotrasportatori che aveva gestito i blocchi autostradali, Trasportounito-FIAP. Questo mi aveva parecchio insospettito, perché sembrava che neppure la sua controparte (il governo) fosse interessato a che si parlasse troppo del tema sul tavolo, quasi assecondando la descrizione della protesta come genericamente "contro la crisi".

Roberta Lombardi non è ignorante: è molto peggio

Roberta Lombardi è la nuova capogruppo pentastrale alla Camera. Il post pubblicato sul suo blog il 21 gennaio scorso ha suscitato una grande polemica.

Ovviamente il PD e il suo apparato mediatico stanno banalizzando la questione trasformandola nel solito meme antigrillino che non porta da nessuna parte, dipingendo la Lombardi essenzialmente come un’ignorante. Mi sembra invece che la faccenda sia molto più seria: Roberta Lombardi è una che ha capito meglio di molti altri grillini l’ideologia di Casaleggio.

Patto della Memoria

Le dichiarazioni di Silvio Berlusconi il 27 Gennaio 2013, anniversario della Liberazione del Campo di Sterminio di Auschwitz, sono la goccia che ha fatto traboccare il vaso.

Discorso del 25 Aprile 2012

Ecco più o meno quel che ho detto alla bellissima piazza "alternativa" del 25 Aprile 2012 a Pavia.
In piazza Italia parlavano il sindaco (del PdL) e un prete (pure ammanicato col PdL) all'orazione ufficiale. Abbiamo deciso di staccarci dalle ipocrite celebrazioni ufficiali e fare qualcosa di autenticamente antifascista, con un partigiano, un antifascista degli anni Sessanta-Settanta, esponenti delle comunità immigrata e omosessuale, No TAV, compagni di tutta l'area anticapitalista e di sinistra.

Clubhouse88 Pavia: colpito e affondato!

Ieri (5 aprile 2012) il segretario di Rifondazione Comunista di Pavia è stato convocato in questura. La polizia era molto arrabbiata perché l'Osservatorio Antifascista Pavese, un fronte ampio di organizzazioni e individui che da anni si occupano di contrastare la minaccia dell'estrema destra nella nostra città, all'ora di pranzo aveva convocato una conferenza stampa con TV e giornali.

1960: come fu abbattuto il governo Tambroni

Ricorre in questi giorni il cinquantenario dei tumultuosi e cruenti avvenimenti del 1960, quando l’Italia vide un tentativo di brusca svolta autoritaria sotto il governo DC di Fernando Tambroni, che godeva dell’appoggio dei neofascisti del Movimento Sociale Italiano. La mobilitazione operaia e giovanile che sconfisse quell’ipotesi, pagando il caro prezzo di 11 morti, rappresenta per noi un modello di come il movimento operaio può fermare il neofascismo e un governo reazionario.

Quando il Veneto Fronte Skinheads preoccupava anche Pavia

Rabbia, tristezza, disgusto: da qualche mese per lavoro sono a Londra (un'altra capitale europea caduta come Roma in mano alla destra più sfacciata) e oggi, leggendo sulla metropolitana le notizie da Verona, sono queste le prime sensazioni che provo.

Ancora una volta, sui giornali compare una sigla minacciosa, che ho imparato a detestare: "Veneto Fronte Skinheads". Questo nome cretino e sgrammaticato, nonostante l'incongruenza geografica (per chi non lo sapesse, Pavia è in Lombardia), veniva usato anche a Pavia dal gruppetto di neonazisti prepotenti che per anni hanno riempito le pagine della stampa locale con le loro bravate.

Respingere la minaccia neofascista a Pavia!

Sede fascista vicino al BarattoloIl partito neofascista Forza Nuova ha aperto a Pavia una sede praticamente affiancata al centro sociale Barattolo.

Negli anni scorsi abbiamo raccontato anche su FalceMartello una serie lunghissima di violenze e di provocazioni compiute dai fascisti a Pavia, specialmente ai danni dei Giovani Comunisti, del Barattolo (seriamente danneggiato da un incendio nel 2001), del PRC, ecc.

La risposta di un ampio fronte di sinistra aveva ormai annullato il problema da circa un anno, ma, come avevamo previsto, le politiche del centrosinistra, che non hanno costituito un’alternativa attraente al governo della destra, non potevano che far rialzare la testa alla feccia fascista: come in molte altre città, un nuovo nucleo neofascista si è formato, convinto di poter capitalizzare la deludente performance dei “comunisti di governo”.

Sfogo sulle foibe

A Pavia, il Comune (di centrosinistra) ha fatto un'iniziativa per la Giornata della Memoria (cioè per il 27 Gennaio, che dovrebbe commemorare le vittime della Shoah, non per la Giornata del Ricordo voluta dai fascisti) con il seguente titolo: Le persecuzioni razziali nel Novecento: il caso nazista e quello delle foibe.

"Il caso nazista"...

25 Aprile: quale antifascismo?

Com’è stato possibile in Italia, paese dove vige una Costituzione che vieta formalmente la ricostituzione del partito fascista, l’accordo elettorale tra Berlusconi e gruppi neofascisti (Fiamma Tricolore, Forza Nuova ecc.) nelle recenti elezioni? L’unica risposta possibile è che la borghesia non è “democratica” o “fascista”, ma appoggia le soluzioni politiche che considera migliori per difendere i propri interessi. Di fatto in condizioni di crescita economica i capitalisti preferiscono i regimi “democratici”, che danno maggiori garanzie sociali. Ma in periodi di crisi come quello odierno la classe dominante è divisa su come difendere meglio i propri profitti.

Condividi contenuti