Sfogo sulle foibe

A Pavia, il Comune (di centrosinistra) ha fatto un'iniziativa per la Giornata della Memoria (cioè per il 27 Gennaio, che dovrebbe commemorare le vittime della Shoah, non per la Giornata del Ricordo voluta dai fascisti) con il seguente titolo: Le persecuzioni razziali nel Novecento: il caso nazista e quello delle foibe.

"Il caso nazista"...

Sabato questo invece in piazza erano presenti i seguenti gruppi a commemorare le vittime delle foibe uccisi "sol perché Italiani": Azione Giovani (giovani di AN), Fiamma Tricolore, Forza Nuova (con un volantino che chiamava Istria, Dalmazia e Fiume "terre irredente").

Su questa cosa delle foibe la sinistra ha completamente calato le braghe, Napolitano in testa (sempre che lo si possa in qualche modo considerare parte della sinistra). Ho quasi simpatia per il presidente croato che ha giustamente denunciato i toni mussoliniani del discorso del nostro capo di Stato (lui almeno può farlo senza rischiare di essere incriminato per vilipendio).

Voglio dire, non sono l'avvocato difensore del maresciallo Tito (su cui ci sarebbero cose molto più gravi da dire!), ma sulla specifica vicenda delle foibe mi pare che l'obiettivo non sia parlar male del titoismo quanto della Resistenza in generale (jugoslava, italiana... europea), degli slavi in blocco, del comunismo in ogni sua variante. E soprattutto c'è un disegno per la promozione indiretta di un "senso comune" filofascista.

Eppure basterebbe dire:

  • che gli infoibati, a prescindere dal giudizio sul merito, sono state poche centinaia;
  • che, ancora a prescindere dal giudizio sul merito, il dettaglio dell'infoibamento è secondario visto che la gente (contrariamente alla leggenda) non vi era gettata da viva ma dopo delle esecuzioni sommarie;
  • che la maggior parte delle vittime "delle foibe" erano fascisti o simili;
  • che non è documentato un solo caso di bambino infoibato (checché ne pensi il "compagno" Gullotta e la stupida fiction in cui ha recitato);
  • che l'enorme maggioranza degli italiani in quelle terre non furono ovviamente infoibati né in altro modo uccisi e quindi è offensivo il paragone con la Shoah o con altre vere pulizie etniche;
  • che in ogni caso tutta la faccenda va inquadrata nel contesto di una trasformazione sociale (in forma autoritaria e burocratica, sia chiaro, non è il mio modello quello) che ha ovviamente colpito le vecchie classi privilegiate, di cui gli italiani erano la parte prominente (l'esodo va visto in parte in questi termini, diversi di loro erano come i nobili francesi emigrati in Inghilterra dopo la Rivoluzione o i gusanos cubani fuggiti a Miami dopo i primi espropri);
  • che infine le violenze sugli italiani, includendovi pure gli eccessi e le ingiustizie (per esempio l'occupazione jugoslava di Trieste non è stata una gran finezza né un modello di internazionalismo), sono un nulla in paragone delle violenze dell'occupazione nazifascista della Jugoslavia (di cui è diventato quasi un tabù parlare).

AGGIORNAMENTO: Rileggo questo post a distanza di anni e mi sembra ancora sostanzialmente corretto, tuttavia mi pare un po' troppo tranchant sulla questione dei profughi italiani. Le ondate dell'esodo giuliano-dalmata furono diverse e con svariate motivazioni, inclusa la fuga dei "cominformisti" (cioè degli stalinisti) dopo la rottura tra Tito e Stalin. L'amico Filipaz, figlio di profugo, spiega la questione nei dettagli in questo interessantissimo testo: #Foibe o #Esodo? «Frequently Asked Questions» per il #GiornodelRicordo. Tra l'altro la destra su questo punto si è ficcata in un ginepraio perché deve fare delle acrobazie per giustificare la sua santificazione dei profughi istriani contestualmente alla demonizzazione dei profughi siriani...

Il punto è che o sei pazzo

Il punto è che o sei pazzo o in malafede (sono buono suppongo la seconda)
"che gli infoibati, a prescindere dal giudizio sul merito, sono state poche centinaia" FALSO è dimostrato che sono svariate migliaia!!!

"che, ancora a prescindere dal giudizio sul merito, il dettaglio dell'infoibamento è secondario visto che la gente (contrariamente alla leggenda) non vi era gettata da viva ma dopo delle esecuzioni sommarie"
FALSO vi sono dimostrazioni del contrario, inoltre è come dire che il fatto che i nazisti facessero saponette o bottoni di ebrei è indifferente tanto erano morti...

"che la maggior parte delle vittime "delle foibe" erano fascisti o simili" oltre ad essere FALSO ( a meno che tutti gli italiani non fossero fascisti)mi stavo quasi dimenticando che uccidere un fascista non è reato... a questo punto neanche uccidere un comunista...

"che l'enorme maggioranza degli italiani in quelle terre non furono ovviamente infoibati né in altro modo uccisi e quindi è offensivo il paragone con la Shoah o con altre vere pulizie etniche" non sono stati uccisi tutti gli ebrei se è per questo...

"che infine le violenze sugli italiani, includendovi pure gli eccessi e le ingiustizie (per esempio l'occupazione jugoslava di Trieste non è stata una gran finezza né un modello di internazionalismo), sono un nulla in paragone delle violenze dell'occupazione nazifascista della Jugoslavia (di cui è diventato quasi un tabù parlare)." che tu conosci bene.. suppongo fossi là..

"he in ogni caso tutta la faccenda va inquadrata nel contesto di una trasformazione sociale (in forma autoritaria e burocratica, sia chiaro, non è il mio modello quello) che ha ovviamente colpito le vecchie classi privilegiate, di cui gli italiani erano la parte prominente (l'esodo va visto in buona parte in questi termini, sono come i nobili francesi emigrati in Inghilterra dopo la Rivoluzione o i gusanos cubani fuggiti a Miami dopo i primi espropri);" Chiaremente visto che molti degli ebrei erano ricchi hitler ha fatto bene...ovvio no?

"

QUANDO LA FINISCI DI SCRIVERE CAZZATE?????

Gli effetti della propaganda

Non so chi sia questo imbecille, però è un contributo a modo suo interessante perché dimostra il tipo di "senso comune" che si cerca di creare nel Paese a proposito di questa vicenda e in generale della questione dei rapporti tra Italia e Balcani.

  • [le vittime] "è dimostrato che sono svariate migliaia" - Dimostrato da chi, dove, come, quando? Non ha più importanza, basta averlo letto su un volantino di Azione Giovani ed è "dimostrato". Peccato che su tre diversi volantini di Azione Giovani si trovino tre diverse cifre, con un numero di zeri che varia dai 3 ai 5 (ma vedrete che riusciranno prima o poi a dire che le vittime sono state milioni). Eppure nel 2000 una commissione mista italo-slovena (molto anticomunista) parlò di "centinaia" di vittime (senza contare gli infoibati in Croazia, in effetti, ma non saranno quelle a far cambiare l'ordine di grandezza). L'ex repubblichino Luigi Papo, una delle principali fonti della foibologia, parla di 994 infoibati. Quindi a quanto pare "Gianluca" vuole essere più realista del re ed usa cifre superiori a quelle degli stessi ambigui "studiosi" anticomunisti su cui tutta la mitologia foibica si basa.
  • [l'infoibamento avveniva dopo l'esecuzione] "vi sono dimostrazioni del contrario, inoltre è come dire che il fatto che i nazisti facessero saponette o bottoni di ebrei è indifferente tanto erano morti" - Le "dimostrazioni" del contrario sono pochissime storie al limite dell'inverosimile raccontate da probabili mitomani. L'aspetto allucinante della produzione di saponette e altri beni di consumo col corpo degli ebrei è che getta una luce inquietante sul meccanismo "industriale" dei lager, viceversa l'infoibamento dimostra proprio al contrario la disorganizzazione e la spontaneità popolare dei massacri sul fronte orientale. Resta inteso che preferisco che le vittime di un'esecuzione, anche quando se la meritano, vengano seppelliti e trattati con pietà; non si può però negare che i particolari raccapriccianti giochino un ruolo esagerato nella costruzione del mito foibico: attraverso questi dettagli secondari i fascisti vogliono "rifarsi una verginità" e diventare, agli occhi di milioni di italiani poco informati, le povere vittime della "bestiale violenza slava" e non, come invece fu storicamente, gli oppressori feroci di milioni di jugoslavi e di albanesi (per non parlare dell'Africa).
  • [la gran parte degli infoibati erano fascisti] "mi stavo quasi dimenticando che uccidere un fascista non è reato" - Esattamente, al termine di una ferocissima occupazione militare durata decenni, uccidere un fascista secondo me è meritorio. I popoli si liberano anche uccidendo i propri oppressori, se comodamente seduti in un salotto in Italia nel 2006 la cosa può scandalizzare, è solo un problema di ignoranza storica e di incapacità di porre le vicende nel loro contesto. Nessuno accusa il Risorgimento italiano dell'uccisione di numerosi austriaci, borbonici e papisti.
  • [non furono certo uccisi tutti gli italiani] "non sono stati uccisi tutti gli ebrei se è per questo" - Ne sono stati uccisi una gran parte in molte zone, in verità; e comunque è stata solo una questione di mancanza di tempo, se si fosse dato ad Hitler ancora qualche anno non sarebbe rimasto un ebreo in tutta Europa, non a caso l'infame operazione genocida si chiamava "Soluzione Finale". La Jugoslavia secondo la leggenda avrebbe avuto sessant'anni per fare "pulizia etnica" contro gli italiani, ma mi risulta che ne abitino in quelle terre ancora un gran numero (non voglio dire che siano stati trattati secondo i princìpi dell'internazionalismo, dico solo che non si è trattato di genocidio che è una cosa molto più seria).
  • [le violenze dell'occupazione nazifascista] "che tu conosci bene.. suppongo fossi là.." - Non ero là ma diversamente da costui non sono ignorante in storia. Che studi, sono informazioni ancora facili da reperire nonostante il revisionismo montante.
  • [parte della violenza contro gli italiani era violenza di classe] "visto che molti degli ebrei erano ricchi hitler ha fatto bene" - Prima di tutto, non è vero che molti degli ebrei erano ricchi. L'enorme maggioranza degli ebrei erano operai o contadini, specialmente in Polonia dove furono maggiormente massacrati. Ad ogni modo, dietro la persecuzione nazista degli ebrei non c'era evidentemente alcun progetto di riforma sociale, anzi c'era un progetto di ulteriore arretramento delle condizioni della classe operaia, che veniva di fatto messa in concorrenza con gli schiavi dei lager, per i maggior profitti degli industriali tedeschi (ed italiani). Il paragone quindi denota ancora una volta solamente l'ignoranza di chi l'ha fatto.

E al fine della ballata, io tocco.

molto bello tutto quello che

molto bello tutto quello che dici, ma da dove hai preso 'ste cose? mai sentito parlare di fonti bibliografiche? attendibili? visto che anche tu sei su wikipedia, potresti informarti li...
p.s.: il papo di cui tu scrivi ha parlato di 17.000, non 850.
per il resto, che dire? si potrebbero scrivere tante cose, ma se uno non vuole ammettere che a volte anche pseudo-comunisti sbagliano... che senso ha?

Che risposta è?

Wikipedia su un tema così controverso non è molto attendibile, ad ogni modo la pagina italiana sulle foibe conferma quello che sto dicendo. In particolare conferma che l'ex repubblichino Luigi Papo parla di 994 infoibati. La cifra che dici tu non è quella dei presunti infoibati ma quella dei presunti uccisi (non tutte le vittime del titoismo sono state infoibate, lo sono state solo una piccola minoranza).

Non sono uno che non ammette che anche comunisti o presunti tali sbaglino, come si evince dalla lettura del mio sito dove critico comunisti di tutti i generi. Però questo non significa dare ragione ai fascisti: quelli sbagliano sempre, mi spiace deluderti.

Per quanto riguarda le fonti te ne do volentieri qualcuna qui sotto. Non tutti questi autori sono d'accordo tra di loro, ma sono accomunati dal fatto che non si uniscono alla canea reazionaria che sparla di foibe senza voler minimamente provare a capirci davvero qualcosa.

Per rimettere la discussione sui binari della verità:

Contro la manipolazione della memoria collettiva:

Sui crimini dei fascisti, dei nazisti, dei loro collaboratori (...e dei bombardatori angloamericani!) in Jugoslavia:

veramente incredibile...

totale ignoranza delle vicende storiche che hanno visto gli italiani della venezia giulia massacrati, discriminati, cacciati e sottoposti ad uno schifoso processo di pulizia etnica?

semplice malafede dettata da un furore ideologico degno di un pol pot tascabile di infimo livello?

provocazione antiitaliana?

demenza?

...non so veramente quale sia l'interrogativo più adatto per commentare un post del genere...mio dio...che tristezza...fai veramente pena

Prova ad argomentare se sei capace

Vedo che questo post attira sempre commenti di questo genere: anonimi (tra l'altro in questo caso so perfettamente di chi si tratta) che mi danno dell'ignorante senza dire perché ma che appena provano ad elaborare (come il simpaticone del primo commento) si incartano e non sanno come rispondere.
Tanto per cominciare l'argomento di questo post è le foibe e non l'esodo degli italiani dall'Istria e dalla Dalmazia, citato solo in un inciso fra parentesi. In secondo luogo non ho detto da nessuna parte che né l'uno né l'altro fenomeno non si siano verificati. Rileggere e provare ad argomentare, forza.

Nessuna argomentazione

Dopo un mese di silenzio, possiamo concludere che chi ha lanciato il sasso ha nascosto la mano e non ha nessuna argomentazione valida da portare. Avanti il prossimo!

leggo solo ora

...e capisco perche' siete alla frutta, perche' i tuoi antagonisti si sono presi a merito quelle che erano le vostre battaglie e vedo di non andare oltre perche'di parole ne' ho gia' lette abbastanza ed a parole per quanto ormai so non si va da nessuna parte.Si rispondi pure che non ho argomentazioni....

Opzioni visualizzazione commenti

Seleziona il tuo modo preferito per visualizzare i commenti e premi "Salva impostazioni" per attivare i cambiamenti.

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Sei umano? Allora per favore riconosci queste lettere e scrivile nel riquadro!
   _____  __     __  _    _   _   _ 
/ ____| \ \ / / | | | | | \ | |
| (___ \ \_/ / | | | | | \| |
\___ \ \ / | | | | | . ` |
____) | | | | |__| | | |\ |
|_____/ |_| \____/ |_| \_|

Enter the code depicted in ASCII art style.